[immagine]
Con la pubblicazione di Scienza della sopravvivenza di L. Ron Hubbard, nel 1951, venne smascherata per la prima volta l’arte nera del controllo della mente.

     “Esiste un’altra forma di ipnosi che si trova a metà strada tra l’operazione chirurgica e la semplice ipnosi senza dolore fisico. Questa forma di ipnosi ha costituito un segreto custodito con gran sollecitudine da organizzazioni militari e spionistiche. È un’arma da guerra malefica e può essere notevolmente più efficace della bomba atomica per conquistare una società. Questa non è un’esagerazione. Al giorno d’oggi la diffusione di questa forma di ipnosi nel lavoro spionistico è talmente vasta che la gente avrebbe dovuto iniziare a preoccuparsene già da un bel pezzo. C’è voluto il processing di Dianetics per scoprire l’esistenza di dolore-droga-ipnosi.”

     Le osservazioni successive furono altrettanto dirette, in particolare le rivelazioni sulla potenza delle sostanze psicotrope impiegate per il controllo della mente. “Ora, non per spaventarvi ma per informarvi” si legge in un bollettino di L. Ron Hubbard scritto nel 1955 per gli Scientologist professionisti, “la psichiatria si è armata di parecchie nuove droghe. Una di queste, l’LSD, ha come unico scopo di far impazzire le persone per un periodo da 15 a 25 ore”. Ancora una volta, è significativo il fatto che sarebbe trascorso un intero decennio prima che l’LSD cominciasse a far notizia, tanto meno prima che diventasse la sinistra e mitica pozione della fine anni Sessanta, poiché troviamo di nuovo un avvertimento di L. Ron Hubbard, ben in anticipo rispetto all’allarme generale. Ma ciò che importa in tutto questo è la successiva infiltrazione psichedelica nel filone generale della cultura, cosa che nemmeno Ron avrebbe potuto anticipare.

     Se la storia è già nota, vale comunque la pena di ripeterne i particolari di maggiore importanza. Tra i vari celebrati campioni della cultura psichedelica a ricevere un primo assaggio di “acido” tramite strutture sperimentali sponsorizzate dalla CIA ci furono Aldous Huxley, autore di Doors of Perception, il paroliere Robert Hunter, autore di Grateful Dead, il romanziere della controcultura Ken Kesey e il gran sacerdote dell’LSD Richard Alpert. Poi la mano della CIA è presente anche nel rendere dedito agli psichedelici Henry Luce, che a sua volta ha allettato milioni di persone dedicando intere pagine agli allucinogeni nella rivista Life, ispirando in tal modo nientemeno che Timothy Leary, che letteralmente partì alla ricerca del “fungo magico”. Infine, non dimentichiamo quale agenzia statunitense fu la prima a procurarsi l’appoggio della Eli Lilly allo scopo di sintetizzare l’acido lisergico per una produzione di massa e, affinché la cosa sia ben chiara, che per prima coniò la parola “trip” per descrivere l’esperienza allucinogena.

     Dopo la metà degli anni sessanta, l’ironia diventa ancora più profonda. Troviamo infatti un posto di ascolto della CIA nel regno psichedelico di Haight-Asbury a San Francisco, dove, tra le varie sostanze fornite da Louis “Jolly” West, psichiatra al servizio della CIA, gli inconsapevoli figli dei fiori venivano sistematicamente ridotti all’isteria con dosi del super-psichedelico BZ. (Per inciso, il BZ è lo stesso agente chimico usato in seguito sui guerriglieri Vietcong, con effetti egualmente devastanti, da militari del First Cavalry Airmobile.) Nel frattempo, analisti della CIA alla Rand Corporation di Santa Monica consideravano le ripercussioni socio-politiche derivanti da quattro milioni di giovani americani dediti all’LSD, persino quando più del sette percento di tutti i soldati americani di ritorno dalle zone di combattimento del Vietnam soffriva di dipendenza dall’eroina (fatta crescere, trattata e spedita a Saigon da cartelli sostenuti dalla CIA).


[immagine]
Il libro Scienza della sopravvivenza, di L. Ron Hubbard (in alto a destra), smascherò i progetti gestiti dalla psichiatria in combutta con i servizi segreti, come quello denominato “Artichoke”, oltre vent’anni prima che le indagini svolte dal Congresso degli Stati Uniti costringessero la CIA e alcuni reparti militari statunitensi a rivelare i loro progetti di controllo della mente.


La politica delle droghe alla fine del ventesimo secolo continua...



| Precedente | Glossario dei termini di Scientology | Indice | Successivo |
| Sondaggio su questo sito di Scientology | Siti relativi a Scientology | Libreria | Prima Pagina |

info@scientology.net
© 1997-2004 Church of Scientology International. Tutti i diritti riservati.

Informazioni sui marchi d'impresa